Skip to main content

Informazioni

INFORMAZIONI SU PERSONALIZZAZIONI, NEGOZI, TIPI DI STAMPA E COMPENSI

Come guadagnare con Brandy Box

Grazie allo Shop gratuito di BrandyBox, potrai guadagnare attraverso la vendita di prodotti personalizzai con il tuo motivo/logo/brand. La fonte del tuo guadagno, mediante l’utilizzo dello Shop, sarà il prezzo del tuo motivo/logo/brand utilizzato per la personalizzazione. Il credito maturato attraverso la vendita dei motivi e dei prodotti da te realizzati sarà corrisposto come previsto delle nostre Condizioni generali di contratto.

Prezzo del motivo/logo/brand

Per prezzo del motivo/logo/brand si intende il valore in € (inclusa l’IVA) che viene attribuito alla grafica che utilizzi per la personalizzazione dei tuoi articoli. Tale valore viene fissato, in modalità standard all’apertura di uno Shop, in € 5,00 che però può arrivare, previo accordi con Synaptics s.r.l., ad un massimo di € 15,00. Il prezzo del motivo è compreso nel costo globale attribuito al prodotto ed è quindi compreso nell’importo pagato dal cliente al momento dell’acquisto. Ad ogni vendita realizzata maturerai quindi un credito pari al valore attribuito al tuo motivo/logo/brand che ti sarà corrisposto come descritto nelle condizioni generali del contratto.

Il calcolo dei corrispettivi maturati dal Merchant avviene con cadenza mensile, entro i venti  giorni lavorativi del mese successivo. Il pagamento del credito maturato come corrispettivi avviene entro 30 giorni lavorativi dalla chiusura del calcolo dei corrispettivi.

Il pagamento avviene al raggiungimento di un importo minimo dei corrispettivi maturati pari ed € 25,00 (IVA compresa).

Su quale conto avviene il pagamento?

Il credito maturato può essere corrisposto in due diversi modi: mediante bonifico bancario su un conto italiano, oppure mediante Paypal.

Affinché ci sia possibile accreditarti la provvigione che ti spetta, compila correttamente i campi relativi alle coordinate bancarie durante le due fasi della registrazione.

Tassazione delle tue entrate

Le entrate percepite devono essere dichiarate al Fisco come redditi. Ti preghiamo di chiarire con il tuo consulente fiscale in che forma deve essere effettuata tale dichiarazione.

Le entrate percepite sono soggette all'IVA. Ti preghiamo di chiarire con il tuo consulente fiscale quali sono gli obblighi fiscali correlati.

Le modalità di pagamento disponibili dipendono dal Paese in cui è stato fatto l'ordine e dall'entità dell'importo finale del conto. Di seguito, un quadro:

  • Carta di credito: l'addebito sulla tua carta viene automaticamente autorizzato dal nostro provider finanziario ADYEN. In seguito alla connessa verifica dei tuoi dati, è possibile procedere immediatamente con l'elaborazione del tuo ordine.
  • PayPal: con il servizio di pagamento gratuito di Paypal, potrai pagare in modo semplice e rapido. Solo al primo utilizzo Paypal ti chiederà di inserire le tue coordinate bancarie, successivamente potrai effettuare i tuoi pagamenti in pochi clic. I dati relativi al tuo conto o alla tua carta di credito non saranno inoltrati a noi e rimarranno riservati. Optando per questa modalità di pagamento, potremo immediatamente procedere all’elaborazione del tuo ordine. Se desideri avere maggiori informazioni su come Paypal funziona, visita il sito paypal.com.
  • Amazon: usa il comodo sistema di pagamento online di Amazon, che ti consente di pagare come utente registrato con i tuoi dati di Amazon. Utilizzeremo così i tuoi dati, l’indirizzo e conto registrati su Amazon, in modo automatico e sicuro,e potrà subito procedere con la gestione del tuo ordine. Passando per questo sistema di pagamento, si applicheranno Condizioni e Termini della piattaforma e potrai usufruire della garanzia dalla A alla Z di Amazon.Usando questo metodo di pagamento non si applicano invece le condizioni relative alla membership Prime di Amazon, quali la spedizione premium gratuita.
  • Pagamento anticipato: durante la procedura di pagamento riceverai i dati bancari, che dovrai utilizzare per il versamento. Fai attenzione a inserire il tuo numero di prenotazione come causale del pagamento. Le prenotazioni, che vengano pagate con questa estensione numerica, possono essere prese in considerazione per l'elaborazione solo dopo che il pagamento sia andato a buon fine, il che può portare ad un allungamento dei tempi di consegna di circa 2-4 giorni lavorativi.

Crea un motivo

Le grafiche pixel sono immagini o foto multicolori costituite, come dice il nome stesso, da pixel (elementi puntiformi). Questi elementi sono ordinati in griglie, struttura da cui deriva anche il termine "grafiche raster". A ciascun pixel è associata un’informazione cromatica: la somma di tutte le informazioni cromatiche dà origine all’immagine. Synaptics s.r.l. usa le grafiche pixel come modello per la stampa digitale.

Il nostro scopo è quello di offrirti un risultato di stampa eccellente, ragion per cui ti chiediamo di rispettare i seguenti requisiti:

Formato file PNG

Il formato ideale per la tua grafica è il PNG, poiché si presenta compatto e permette di avere aree trasparenti, come accade anche per il formato GIF. Altri possibili formati file in cui è possibile presentare una grafica pixel sono JPG e BMP.

Dimensione massima pari a 10 MB

Nel caso la tua grafica abbia dimensioni superiori a 10 MB, potrai rimpicciolirla senza rinunciare alla qualità diminuendone la profondità di colore da 16 o 32 Bit portandola a 8 Bit. Con una profondità di colore pari a 8 Bit è ancora possibile rappresentare 16,1 milioni di tonalità cromatiche diverse, con ampie possibilità di scelta per la stampa. Allo stesso tempo, le dimensioni sono dimezzate rispetto a una grafica 16 Bit.

Risoluzione pari ad almeno 200 dpi

Stampiamo motivi con una risoluzione di 200 dpi e ti consigliamo di rispettare questa risoluzione minima anche per le tue grafiche. Nel caso volessi poi stampare il tuo motivo sulla superficie di un prodotto non tessile, come per esempio una tazza o una spilla, ti consigliamo di adottare una risoluzione minima pari a 400 dpi.

Non più di 4000 x 4000 pixel

Le dimensioni massime ammesse per la tua grafica sono pari a 4000 x 4000 pixel, più che sufficienti per una risoluzione dell’immagine di 200 dpi. Se carichi una grafica di 4000 x 4000 pixel con una risoluzione di 200 dpi, otterrai un’immagine con dimensioni pari a 50,8 x 50,8 cm. Per orientarti, sappi che la nostra area di stampa massima è pari a 48 cm.

Il motivo è indipendente

Per evitare che ad essere stampato sia anche lo sfondo del tuo motivo, occorrerà separare lo stesso dallo sfondo su cui è stato creato ritagliandolo lungo i suoi contorni.

Le grafiche vettoriali sono realizzate in programmi quali Adobe Illustrator, Corel Draw o Inkscape. Sono perfette per la realizzazione di loghi, scritte o motivi che comprendano al massimo tre colori: per noi di Synaptics s.r.l. sono il modello ideale per la stampa con plotter.

Il nostro scopo è quello di offrirti un risultato di stampa eccellente, ragion per cui ti chiediamo di rispettare i seguenti requisiti:

Formato file

Supportiamo i formati file .svg, .ai, .eps e .cdr.

Dimensioni massime pari a 38 x 38 cm

Il tuo motivo deve rientrare nelle dimensioni massime previste di 38 x 38 cm, che corrispondono alla capacità delle nostre piastre per la stampa. Se vuoi un motivo stampabile sulla maggior parte dei prodotti del nostro assortimento, ti consigliamo di orientarti su dimensioni di 28 x 28 cm.

Spessore delle linee di almeno 1,5mm

I tratti delle linee e le altre parti di un motivo devono avere un diametro minimo di 1,5mm e la distanza fra un elemento e l’altro deve corrispondere ad almeno 1mm. Nel caso in cui lo spessore delle linee o la distanza minima tra gli elementi non fossero rispettati, il motivo sarà ingrandito e scalato fino a corrispondere ai requisiti richiesti.

Non più di 3 colori

Per la stampa plotter possiamo considerare solo motivi che comprendano al massimo tre colori. Poiché i colori sono quelli del nostro assortimento di pellicole, non è possibile considerare variazioni o sfumature cromatiche. Se desideri caricare un motivo che comprende variazioni o sfumature cromatiche, ti chiediamo di caricarlo come grafica pixel.

Colori come piani separati

Possiamo stampare al massimo tre piani per ciascun motivo, ovvero un piano per ciascun colore. Rappresenta quindi ciascun colore come un piano separato del tuo motivo. Raggruppa quindi sullo stesso piano tutti gli elementi di un dato colore (Corel: evidenzia tutte le curve interessate e premi Ctrl+L).

Tratti e curve chiuse

Il tuo disegno è stampabile solo se tutti gli oggetti e i testi da stampare sono convertiti in curve. Fai attenzione che tutte le curve siano completamente chiuse e che non si verifichino sovrapposizioni.

Vettoriale Pixel
formato file .svg, .ai, .eps,.cdr .png (consigliato), .jpg, .bmp oppure .gif
dimensioni 28x28 cm (consigliato) max. 38x38 cm min. 50x50 pixel max. 4000x4000 pixel
qualità vettorizzazione corretta, curve chiuse, bordi puliti motivo staccato correttamente, contorni definiti, immagine non sfocata
risoluzione - 200 dpi (termosublimazione: 400 dpi)
colori: max. 3 colori colori illimitati, sfumature di colore possibili
Tipo di stampa stampa con plotter (flex e flock) stampa digitale

Il nostro scopo è quello di offrirti un risultato di stampa eccellente, ragion per cui ti chiediamo di rispettare le seguenti indicazioni:

Ottimizza la risoluzione immagine

Le tue foto o le immagini in formato PNG, JPG, GIF e BMP sono costituite da pixel (elementi puntiformi) ordinati secondo i contorni di una griglia e a cui è assegnata una pluralità di informazioni cromatiche. Il numero di pixel presenti in ampiezza e lunghezza determina infine anche le dimensioni della stampa.

Stampiamo sui tessuti con 200 dpi di risoluzione. L’abbreviazione dpi sta per dots per inch (punti per pollice) e fornisce un’informazione sulla densità dei punti immagine. Ad esempio, una grafica dell’ampiezza di 1000 pixel che viene stampata con 200 dpi origina un motivo di ampiezza pari a 12,7 cm. Una grafica pixel dell’ampiezza di 2000 pixel origina un motivo dell’ampiezza di 25 cm, e così via.

Un motivo con un numero ridotto di pixel in ampiezza o lunghezza (ad es. 800 x 600 pixel) non può quindi essere ingrandito senza perdere in qualità (a circa 12 x 10 cm, o più). A causa dello scarso numero di pixel, la stampa avrebbe probabilmente un aspetto sfocato e deformato. Ti consigliamo pertanto di caricare sempre motivi con una risoluzione e un numero di pixel sufficienti. Il nostro consiglio è di rispettare i 200 dpi e le dimensioni massime di 4000 x 4000 pixel per non superare i 10 MB per le dimensioni del file.

Rimuovi lo sfondo del motivo

Spesso è preferibile stampare un motivo ritagliato lungo i contorni e privo di sfondo. Occorre quindi rimuovere lo sfondo, e non basta invece creare uno sfondo bianco che, continuando ad esistere, sarebbe stampato sull’articolo scelto e visibile sia su capi colorati che bianchi. Gli sfondi devono essere trasparenti: in tal modo, la nostra stampante non li prenderà in considerazione al momento della stampa. Rimuovi quindi lo sfondo del tuo motivo usando un programma di grafica e salvalo in formato PNG. La seguente guida di Photoshop potrebbe fare al caso tuo, se hai bisogno di aiuto con questa operazione.

  1. Apri la tua grafica pixel con Photoshop.
  2. Scegli il tool "bacchetta magica".
  3. Seleziona quindi l’area del motivo che desideri rimuovere (nel tuo caso, lo sfondo o una porzione dopo l’altra dello stesso).
  4. Deseleziona con "Canc".
  5. Ripeti l’operazione fino a che non avrai rimosso completamente lo sfondo e accertati che il motivo sia delimitato dai suoi soli contorni, senza porzioni di sfondo residue: per farlo, ingrandisci il motivo e scorrilo per verificare che non ci siano pixel rimanenti lungo i bordi.
  6. Rimuovi gli eventuali pixel residui.
  7. Salva il motivo senza sfondo in formato .png. Se durante l’operazione di salvataggio questo formato non fosse disponibile, modifica lo spazio colore sotto "Immagine -> Modalità" in spazio colore RGB. Si tratta di un passaggio importante, poiché alcuni formati, come ad esempio il .jpg, non riconoscono gli sfondi trasparenti e all’atto del salvataggio riassegnano al motivo uno sfondo bianco.

Picchetta, dove necessario

Le stampanti digitali hanno un funzionamento simile a quello delle stampanti a getto d’inchiostro: nel corso della stampa, il colore è spruzzato direttamente sul prodotto. Poiché è importante garantire che il risultato cromatico del motivo sia il più possibile vicino al modello originale, i prodotti con superficie colorata sono preparati con l’applicazione di uno strato bianco. Se il tuo motivo dovesse però presentare sezioni trasparenti lungo i bordi per il passaggio da un colore all’altro, lo strato bianco potrebbe risultare visibile sui prodotti scuri. Per evitare che accada, usa lo strumento per picchettare all’interno del tuo programma di grafica. Gli utenti più esperti possono anche ricorrere al dithering.

Ricorda che CMYK e RGB sono due schemi diversi

Le grafiche pixel sono stampate sulle magliette in base al modello cromatico CMYK, mentre i colori che vedi sullo schermo del tuo PC seguono il modello cromatico RGB. Non meravigliarti quindi se noti differenza nella presentazione del colore: è possibile che sullo schermo i colori appaiano più brillanti che sul prodotto finale. Se desideri ottenere un risultato vicino a quello che vedi sullo schermo del PC, dovresti aumentare la percentuale di contrasto e la luminosità dei colori scelti.

Differenze di colore su monitor e maglietta

RGB e CMYK

Le grafiche pixel sono visualizzate sui monitor nello schema di colori RGB (in base ai tre colori primari rosso, verde e blu). Quindi ciascuna tinta è composta da diverse proporzioni di questi tre colori. Vedi immagine in basso a sinistra.

Per potere stampare le grafiche pixel, queste devono tuttavia essere convertite in base allo schema CMYK. Per la stampa digitale, i colori sono mescolati a partire da diverse quote di ciano, magenta, giallo e nero, il che può condurre a leggere differenze rispetto all’ anteprima sulla videata dello schermo.

Dopo avere realizzato la conversione in base allo schema di colori CMYK, la stampa genera ulteriori aggiustamenti nella tonalità dei colori. Questa operazione è realizzata in maniera tale da consentirne l'applicazione al numero maggiore possibile di immagini. A seconda della prossimità del tuo motivo alle impostazioni di base, i colori dello stesso risulteranno più o meno fedeli all'originale.

Canali cromatici del monitor

Ciascuno schermo visualizza i colori in maniera diversa a seconda delle impostazioni. E' possibile che i colori appaiano sensibilmente modificati a seconda delle impostazioni di luminosità, contrasto e intensità.

Suggerimento: imposta i colori del tuo motivo su una tonalità più forte e con contrasti cromatici più marcati. Se sul tuo schermo i colori appaiono un po' troppo vivaci e più intensi del previsto, il risultato sarà invece quello corrispondente alle tue aspettative. Attenzione: non trascurare il colore del tessuto di stampa, in termini di risultato di stampa, su fondo bianco e colorato. In tal modo, ti sarà più semplice regolarti con le diverse tonalità.

I motivi realizzati come grafiche vettoriali sono stampati con il plotter. Il tuo motivo sarà innanzitutto ritagliato sulle nostre pellicole per la stampa mediante foratura continua, dopodiché il nostro team produzione si occuperà di rimuovere la pellicola in eccesso, liberando il motivo dalla stessa. Il motivo così ricavato viene posizionato sulla maglietta e stampato applicando una forte pressione a elevata temperatura. La pellicola di trasferimento viene infine rimossa e la maglietta è pronta per essere spedita.

Misurazione e aumento dello spessore delle linee

Nel caso in cui lo spessore delle linee non fosse sufficiente, il motivo potrebbe rovinarsi quando rimosso dalla pellicola e diventare inutilizzabile. Se alcune parti di un motivo (ad es. dei singoli punti) fossero troppo piccoli o se lo spazio tra certi elementi fosse ridotto, potrebbero non essere notati oppure difficilmente rimossi al momento del distacco del motivo dalla pellicola di trasferimento. Inoltre, gli elementi più sottili potrebbero non attaccare bene sulla maglietta al momento della stampa. Pertanto sia le linee che gli altri elementi che compongono il motivo devono avere un diametro minimo di 1,5mm e la distanza tra i diversi elementi deve essere di almeno 1mm.

Come misurare lo spessore delle linee

Disegna un cerchio con diametro pari a 1,5mm e sovrapponilo alla linea più sottile presente nel tuo motivo per verificare se i parametri minimi di spessore sono rispettati. Se il cerchio è contenuto nella linea e non ne passa i contorni, lo spessore è adeguato. Ripeti la stessa operazione creando un cerchio con diametro pari a 1mm per misurare gli spazi presenti tra gli elementi del tuo motivo. Se il cerchio non fuoriesce dallo spazio più sottile, questo è ampio a sufficienza.

Importante: se decidi di aumentare lo spessore delle linee, fai attenzione che l’intero motivo non risulti di grandezza superiore a 38 x 38 cm. Orientandoti su una grandezza di 28 x 28 cm otterrai invece un motivo con dimensioni adatte per la stampa sulla maggior parte dei prodotti.

Verifica e chiusura delle curve

Il plotter crea dei fori continui lungo i contorni del tuo motivo ritagliandolo in tal modo dalla pellicola di trasferimento. Se il plotter dovesse arrivare all’estremità aperta di una curva, tenterà di trovare una via per chiuderla: per farlo cercherà un qualsiasi punto di ancoraggio nelle vicinanze e taglierà una linea dritta in direzione dello stesso. Una curva aperta può quindi essere all’origine di errori nella realizzazione del motivo.

Ecco come procedere

  • Verifica di aver convertito in curve tutti gli elementi del tuo motivo: eventuali elementi non convertiti non sono riconosciuti dal plotter e non vengono pertanto stampati.
  • Accertati che tutte le curve che compongono il tuo motivo siano chiuse. Utilizza a tal fine l’apposita funzione del tuo programma di grafica che ti permette di combinare o fondere gli elementi desiderati.
  • Approfittane per eliminare eventuali elementi superflui o che si sovrappongono.

Riduzione del numero di punti di ancoraggio

Ogni volta che il plotter, nel ritagliare, incontra un punto di ancoraggio del tuo motivo cambia direzione. La presenza di punti d’ancoraggio in eccesso lungo una linea non permette alla macchina di ritagliarlo in maniera omogenea e il motivo potrebbe di conseguenza apparire frastagliato. Inoltre l’intero processo di realizzazione del motivo si allunga, poiché i continui cambi di direzione hanno bisogno di più tempo.

Ti consigliamo quindi di limitare al minimo l’uso di punti di ancoraggio per la realizzazione della tua grafica vettoriale. Una linea retta non ha bisogno che di un punto d’apertura e uno di chiusura. Il tuo motivo non dovrebbe avere più di 2000 punti di ancoraggio per colore (non più di 6000 per motivi con tre colori).

Unione di spazi ed elementi dei motivi

Dopo che il tuo motivo è stato ritagliato mediante foratura su una o più pellicole trasparenti, il team produzione rimuoverà le porzioni di pellicola in eccesso. Se i singoli pezzi sono collegati tra loro, il motivo sarà estratto senza problemi e in un unico colpo. Il tutto si complica quando occorre staccare molti elementi singoli e scollegati, nonché un’elevata quantità di pellicola in eccesso. Rimuovere la pellicola in quel caso diventa un processo complicato e lungo, che rallenta la produzione.

Affinché ci sia possibile stampare il tuo motivo senza incorrere in inutili complicazioni, ti chiediamo di collegare gli uni agli altri quanti più elementi di un motivo è possibile e di ridurre quindi gli spazi vuoti. Diversamente, in alcuni casi, potremmo trovarci a dover respingere un motivo.